venerdì 23 giugno 2017

Salviamo Iceberg

In Danimarca, ICEBERG, un cane di razza dogo argentino italiana di nascita, rischia di essere uccisa perché la sua razza è vietata nel paese... ma quando Giuseppe, il "suo umano", è immigrato nel paese per lavoro, in aeroporto nessuno ha impedito che entrasse sul suolo danese!!
Dopo una banale zuffa tra cani senza conseguenze, è in un canile di Copenhagen in attesa di essere uccisa.
Chiediamo che possa vivere e tornare in Italia!!

1) firmiamo la petizione: Salviamo Iceberg, la cagnolina condannata a morte in Danimarca https://www.change.org/p/saveiceberg

2) aderiamo alla protesta mail alle autorità danesi lanciata da Enpa (testo copiato dalla pagina facebbok dell'associazione)
COME AIUTARCI? - Inviando una mail al ministro danese e all’Ambasciata danese in Italia.
Da inviare a: romamb@um.dk, mfvm@mfvm.dk, ministeren@mfvm.dk, mthor@mfvm.dk, malek@mfvm.dk, jolyk@mfvm.dk, enpa@enpa.org
Oggetto: Save Iceberg
Testo: Please spare Iceberg’s life and allow Enpa – the Italian association for the protection of animals - to bring her back to Italy / Per favore salvate la vita del cane Iceberg e date ad Enpa – Ente Nazionale Protezione Animali - la possibilità di portarla in Italia.
firma
- Scrivendo un messaggio e intervenendo tra i commenti dei post sulla bacheca Facebook dell’Ambasciata danese in Italia
https://www.facebook.com/AmbRoma/




martedì 20 giugno 2017

La Sentenza UE sugli (ex) "latti vegetali"

Consigliamo la lettura di questo chiaro ma preciso articolo in merito alla recente Sentenza dell'Unione Europea in merito agli (ex) "latti vegetali"...

La sentenza europea su “latte” vegetale spiegata dall’avvocato

https://www.vegolosi.it/news/la-sentenza-europea-su-latte-vegetale-spiegata-dallavvocato/

giovedì 8 giugno 2017

allevamenti / la verità non si oscura!

"Quando l'ingiustizia diventa legge, la resistenza diventa dovere"(Bertolt Brecht)





Diffondiamo questo video per sostenere Essere Animali

"Quando abbiamo reso pubblica l'indagine Prosciutto Crudele sapevamo che avrebbe creato scalpore: le immagini erano davvero forti, di una crudeltà quasi inguardabile, e poi era in qualche modo legata al nome di uno dei più famosi marchi italiani nel mondo.

E così è andata. L'indagine è stata diffusa ben 5 volte dal Tg Regionale Emilia Romagna, ripresa da tutti i cartacei della regione e da tutti i media online nazionali. Se ne è parlato persino in Inghilterra, Cina e Hong Kong.

Il video su Youtube ha raggiunto rapidamente mezzo milione di visualizzazzoni e quello caricato su facebook è stato visto da più di un milione di persone.

Ma verranno entrambi cancellati dalla Polizia Postale: "in via preventiva"!

Ovviamente come sapevamo di creare notizia ci aspettavamo anche una risposta da chi si è trovato in qualche modo accusato per i mancati controlli in quell'allevamento: il Consorzio del Prosciutto di Parma. Risposta che non ha tardato ad arrivare e che ora grazie a un giudice porterà tra domani e dopodomani al "sequestro preventivo" di questa importantissima investigazione.

Nei prossimi giorni le autorità provvederanno a:

Oscurare il sito www.prosciuttocrudele.it

Cancellare da Youtube il video dell'indagine

Far cancellare da facebook tutti i post che riportano a quel sito o video, con cui nell'insieme abbiamo raggiunto 4,9 milioni di persone!"

http://www.essereanimali.org 


venerdì 2 giugno 2017

Regolamento sugli animali Bene Cremona Ma cose da rivedere

LA PROVINCIA Domenica 21 Maggio 2017


Regolamento sugli animali Bene Cremona Ma cose da rivedere


Egregio direttore, per la nostra associazione la decisione del comune di Cremona di intervenire in merito alla convivenza con (alcuni) animali è sicuramente un passo importante, soprattutto per quanto riguarda i circhi con animali (anche se per giudicare compiutamente queste nuove norme aspettiamo di vederle in atto). Altri aspetti dello stesso regolamento ci hanno soddisfatto meno, per quanto riguarda ad esempio la questua con animali, che giustamente interviene nei casi in cui gli animali sono sfruttati da persone senza scrupoli ma non contempla (e quindi non distingue) i casi purtroppo non singolari in cui gli animali sono compagni di vita di persone che per scelta o per difficoltà socio-economiche sono costretti a vivere per strada e/o di elemosina, ma che amano e rispettano i propri quattro zampe. Associazione Una, Uomo-Natura-Animali(Cremona)


sabato 20 maggio 2017

UNA in piazza - Maggio 2017

Anche a Maggio, non può mancare l'appuntamento con il nostro tavolo informativo!!!!
Troverete magliette, libri, opuscoli informativi, adesivi, qualche gadget e piccole creazioni fatte a mano...
Questo mese vi aspettiamo domenica 28 maggio... in Piazza Stradivari a Cremona.


UNA Cremona onlus

domenica 2 aprile 2017

Nutrie e sterilizzazione

Lettere al direttore pubblicate dal quotidiano cremonese "La Provincia" in merito alle nutrie e alla loro sterilizzazione.


"La Provincia" 

16/03/17
  
Il problema nutrie
L’unica arma possibile è la sterilizzazione
Signor direttore,
è singolare la convinzione che ‘cerdella.60’ ha diramato con la lettera pubblicata il 10 marzo*. Peccato che questo signore ignori totalmente la vera causa di quanto è avvenuto con l’importazione di animali dall’America Latina (dove le nutrie sono considerate animali domestici) allo scopo di farle diventare pellicce di castorino. Pittoresca è la sua convinzione che il non riuscire ad eradicare questi animali sia colpa degli animalisti che hanno osato fare ricorsi al Tar, ai prefetti ed al Presidente della Repubblica per evitare l’uccisione di questi animali ovunque, in qualsiasi orario sia con spari che con il trappolaggio e successivo sparo dell’animale in gabbia.
Per fortuna contesta almeno lo spargimento di veleni, ma non prende in considerazione l’unico sistema umano di fermare la proliferazione con la sterilizzazione. Sono certamente una ventina di anni che si continua ad uccidere e non si è risolto il problema poiché non si vuole credere come con le nutrie uccise vengono a nascere molti più cuccioli dato che la vita di qualsiasi essere vivente tende a sopravvivere ed a mantenere la possibilità di resistere numericamente: le nutrie vive provvedono a partorire più volte del normale.
Noi continueremo a combattere contro i sistemi sanguinari e ci auguriamo che un normale buon senso prevalga e metta fine ad una inutile mattanza prodotta dalla ignoranza umana.
Francarita Catelani
(presidente dell'associazione UNA CREMONA Onlus)


*Riferimento a: LA POLEMICA Lotta alle nutrie persa a causa degli ambientalisti (disponibile alla pagina: http://www.laprovinciacr.it/lettere/il-direttore-risponde/163320/lettere-al-direttore-1.html) 10/3/2017

In risposta alla stessa lettera, c'è anche l'intervento di Giuseppe Monticelli di Codogno:
Nutrie e animalisti Hanno dieta vegetale. Non sono un pericolo


****************************************************************************************************************************


"La Provincia" 
23/03/17


La questione nutrie
Per sterilizzarle non vanno catturate Signor direttore,
l’anonimo ‘cerdella’ ripicca * senza riuscire ad argomentare nulla di interessante. Per sterilizzare le nutrie non serve catturarle una per una come lui o lei crede, ma basta avere a disposizione un anticoncezionale adatto e persone intelligenti che sappiano individuare maschi e femmine.
Tutto il resto rimane quello che è da decenni e quello che hanno fatto fino ad ora spendendo molto denaro pubblico non ha risolto il ‘problema’ dimostrando non solo una crudeltà perversa ma anche una totale mancanza di serietà.
Francarita Catelani (presidente della associazione Una Cremona Onlus)

*Riferimento a: C’è un limite a tutto In difesa delle nutrie Animalisti, siate seri (disponibile alla pagina: http://www.laprovinciacr.it/lettere/il-direttore-risponde/164158/lettere-al-direttore.html) 20/3/2017

sabato 1 aprile 2017

La Confidenza Lenta: LINK-ITALIA, Francesca Sorcinelli

vi consigliamo questo articolo, che presenta l'attività dell'associazione LINK ITALIA che si occupa della connessione tra violenza su animali e pericolosità sociale dei soggetti che la compiono.



La Confidenza Lenta: LINK-ITALIA, Francesca Sorcinelli: Francesca Sorcinelli è fondatrice del Progetto LINK-ITALIA nel 2009 e Presidente dell’omonima Associazione di Promozione Sociale...